News

Addio a Hubert De Givenchy: l'arte, la moda e il sodalizio con Audrey Hepburn

"Personalmente dipendo da Givenchy come le donne americane dipendono dal loro psichiatra". (Audrey Hepburn)

È con questa frase che Audrey Hepburn riassumeva magistralmente e in poche parole il suo amore per la maison francese Givenchy, sottolineando una dipendenza legata dalla medesima filosofia di vita, dalla comune essenza profonda fatta di eleganza assoluta, ricercatezza sublime, raffinatezza impeccabile. L’anima di questa iconica casa di moda francese era quella di Hubert De Givenchy, lo stilista francese, fondatore nel 1952 di un sogno diventato un mito concreto. Collezionista d’arte, esperto d’arredamento, l’aristocratico Hubert De Givenchy ha dato forma e sostanza a una casa di moda che ha ridefinito i canoni dell’eleganza. Nel 53 l’incontro più importante, quello con colei che diventerà la sua musa assoluta, Audrey Hepburn appunto, che ne incarnerà al meglio lo stile in tutte le sue celeberrime sfumature.
Sempre di Givenchy, l’ideazione del vestito per eccellenza che non può mancare nell’armadio di nessuna donna, il Little Black Dress (abbreviato in LBD), l’iconico tubino nero indossato dall’altrettanto iconica Audrey, nel film cult Colazione da Tiffany. Nel 1988 il mondo si commuove di fronte al suo ritiro dal mondo della moda e oggi ne piange la scomparsa. Hubert De Givenchy si è infatti spento sabato pomeriggio all’età di 91 anni, nel sonno. A darne il triste annuncio, il suo compagno, Philippe Venet. Bernard Arnault, presidente e amministratore delegato di LVMH, si è detto "profondamente rattristato" dalla morte di Givenchy e noi di TrovaModa ci uniamo al lutto dell’intero mondo della moda che piange uno dei suoi geni assoluti.
Altre news
News
Riccardo Tisci: il nuovo Burberry
Arianna Inzoli
News
MFW 2018-19: no alle pellicce!
Bianca Amati
News
Le scarpe di tendenza del 2019
Arianna Inzoli
News
Autunno: i colori da amare
Francesca Torresi
registrati e iscriviti alla newsletter